Allevamento amatoriale del cane da caccia del Bugallo

Modificato lo standard di razza del Bracco Francese tipo Pirenei

In data 23/12/2020 la Société Centrale Canine su proposta del Club del Bracco Francese ha approvato la modifica dello standard di razza nella parte che indica la taglia che questa razza deve presentare.

Lo standard del Bracco Francese tipo Pirenei prima della modifica indicava come taglia:

  • Maschi 47 – 58 cm
  • Femmine 47 – 56
  • La taglia da ricercare da 50 a 55

Nelle verifiche morfologiche i soggetti che non rientravano nella taglia da 50 a 55 cm pur essendo valutati come conformi alla razza, in Francia, ottenevano la qualifica di “eccellente” ma non veniva loro attribuito il CAC.

Con la modifica approvata il 23/12/2020 allo standard di razza è stata eliminato il riferimento alla “taglia da ricercare” ed elevato il limite minimo, con la modifica approvata ora lo standard prevede per la taglia del Bracco Francese tipo Pirenei:

  • Maschi da 51 a 58 cm
  • Femmine da 49 a 56 cm

La modifica comporta:

  • L’innalzamento della misura minima che da 47 passa a 51 per i maschi e da 47 a 49 per le femmine, ponendo in rilievo il dimorfismo sessuale tra maschi e femmine avendo eliminato per entrambi i sessi il valore minimo di 47 cm e sostituendolo con valori differenziati.
  • Ha eliminato la stortura della “taglia ricercata” uguale sia per maschi che per le femmine che ha prodotto uniformità di altezza in entrambi i sessi.
  • Ha ridotto il range di taglia entro il quale un soggetto può essere considerato conforme allo standard che in precedenza era di 11 cm per i maschi e 9 cm per le femmine riducendolo con l’approvazione della modifica rispettivamente a 7 cm sia per i maschi che per le femmine.

La taglia viene misurata con il cane in piedi e corrisponde all’altezza del garrese da terra. I bracchi francesi devono stare nel quadrato, pertanto, l’altezza del garrese da terra deve corrispondere alla lunghezza del tronco misurabile dalla punta della spalla alla punta della natica. La taglia influisce anche sul peso e su tutta la struttura del cane ed in funzione di essa si hanno razze di taglia piccola, media, grande e giganti.  

La modifica avrà un’influenza positiva sull’evoluzione e selezione della razza per i seguenti motivi:

  • La riduzione del range entro il quale un soggetto viene considerato conforme porterà ad una maggiore uniformità di taglia.
  • Eliminando il riferimento alla “taglia da ricercare”, valido per entrambi i sessi e stabilendo limiti minimi e massimi differenziati per maschi e femmine porterà al dimorfismo tra i due sessi.
  • Innalzando il valore minimo di taglia rende la razza più aderente alla costruzione braccoide a cui devono corrispondere cani di taglia media.